Il cancro del dolore e metastasi ossee un aggiornamento per il clinico, dolore osseo metastatico.

Il cancro del dolore e metastasi ossee un aggiornamento per il clinico, dolore osseo metastatico.

Astratto

parole chiave: Il cancro al seno, le cure palliative, la medicina palliativa, metastasi ossee, dolore da cancro, gli oppioidi, Linee guida

Astratto

Brustkrebspatientinnen mit Knochenmetastasen (KM) Leiden hufig Unter Tumorschmerzen. Morphin ist der Bisher GoldStandard bei der Opioidtherapie. Jedoch Stellen andere reine -Agonisten wie idromorfone, Fentanyl oder Oxycodon Wertvolle Therapieoption dar. Transdermale Opioide sind eine wichtige Therapieoption cade die orale Therapie nicht mglich ist. Der Einsatz von Methadon sollte auf Patientinnen mit schwer zu behandelnden Tumor-Schmerzsyndromen beschrnkt Sein. Die Verfgbarkeit eines Kombinationsprparats von und Oxycodon Naloxon ist eine viel versprechende Entwicklung der zur Reduktion costipazione da oppioidi-induzierten. Insbesondere KM fhren spesso zu Durchbruchschmerzen. Somit ist die Verschreibung von einer oppioidi Bedarfsmedikation (z.B. unretardiertes Morphin oder schnell wirkende Fentanyle) zustzlich zur oppioidi Dauer- (oder base-) Medikation (z.B. retardiertes Morphin) besonders wichtig. Mittlerweile werden schnell wirkende (rapida insorgenza) Fentanyle (nasale oder buccale) Aufgrund Ihres schnellen Wirkungseintritts und der krzeren Wirkdauer von einigen europischen Leitlinien als GoldStandard empfohlen. Cade verfgbar, ist ein Metamizol wertvolles alternative nicht-steroidales Antiphlogistikum. Die Indikation fr bifosfonati sollte schon im Frhstadium der Krankheit geprft werden. In fortgeschrittenen Tumorstadien sind eine Glukokortikoide wichtige Behandlungsoption. Wenn KM zu neuropathischen Schmerzen fhren, sollte eine Koanalgetika-Therapie (z.B. Pregabalin) eingeleitet werden. Bei lokalen Knochenschmerzen ist die Strahlentherapie der GoldStandard zustzlich zu den pharmakologischen Interventionen. Wenn KM diffusa Schmerzen bereiten, knnen Radionuklide, Wie z.B. Samario, hilfreich sein. Regionalansthetische Verfahren oder die intrathekale Opioidapplikation sind selten notwendig, stellen jedoch eine wichtige Behandlungsoption dar, wenn Patientinnen unter Tumorschmerzen Leiden, morire Trotz medikamentser und strahlentherapeutische Behandlung fortbestehen. Internazionale wird fr Patienten in fortgeschrittenen Krankheitsstadien empfohlen, muoiono Tumorschmerztherapie im Rahmen eines multiprofessionellen Palliative-Care-Konzeptes bereitzustellen, um die anderen Beachtung aller nicht krperlichen Domnen des Leidens (psychosozial, spirituell und existenziell) sicherzustellen (Total Pain).

introduzione

I pazienti con carcinoma mammario avanzato soffrono spesso di mal di cancro a causa di malattia metastatica. Il disagio associato a questo sintomo aumenta sensibilmente l’onere complessivo per i pazienti e le loro famiglie [1]. Questa recensione fornisce un quadro e il concetto pratico di valutazione del dolore, e gli interventi farmacologici e non farmacologici per la gestione del dolore da cancro sicura ed efficace [2].

Il trattamento del dolore da cancro richiede un globale strategia. Il dolore è tra i sintomi più diffusi e rappresenta una sfida per il sistema cancro sanitario [2]. linee guida di trattamento sono facilmente disponibili [2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9] e la maggior parte degli autori concordano che l’adesione a queste linee guida ei vicini risultati di cooperazione interdisciplinare nella riduzione del dolore sufficiente per la maggior parte dei pazienti [8. 10]. Purtroppo, ad oggi uno su due pazienti di cancro riceve ancora gestione del dolore oncologico insufficiente [2. 11]. Pertanto, la diffusione continua di informazioni disponibili è indispensabile.

valutazione del dolore

valutazione del dolore da cancro dovrebbe essere uno standard di cura [7], comprese altre preoccupazioni da diversi domini di sofferenza (tabella (Tabella 1) 1.

I componenti chiave di valutazione del dolore da cancro [2]

Causa del dolore

Il causa del dolore è una lesione verificabile o di disturbo che rischia di essere sostenere dolore attraverso lesioni dei tessuti diretto o un processo legato, come ad esempio l’infiammazione, [2. 12]. Soprattutto in metastasi ossee, l’identificazione di una causa di dolore può indicare la necessità di un trattamento modificante la malattia come le radiazioni, i bifosfonati, o terapia radionuclide per il trattamento del dolore [2. 13. 14].

sindromi dolorose Cancer (esempi)

Modificante la malattia Therapy

Informazioni sugli effetti analgesici della chemioterapia sistemica sono limitati e informazioni precise è disponibile a causa di problemi metodologici di molti studi [2. 19]. Se secondo il giudizio clinico, risposta tumorale si presume, questo sarà molto probabilmente anche avere benefici analgesici [2].

Gestione oppioidi

Nonostante i benefici potenziali di disease-modifying, farmacoterapia oppioidi basata ancora è il componente più importante della gestione del dolore oncologico dalla pubblicazione del concetto di scala (OMS) analgesica dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Addiction and Drug Abuse

Nonostante la fornitura di una moltitudine di linee guida evidence-based [3. 4. 5. 6. 8], una gran parte degli standard di gestione del dolore oncologico ancora si basano esclusivamente sulla esperienza clinica (opinione di esperti) [2]. Nonostante tutti i meriti della terapia con oppioidi, i medici devono riconoscere che l’abuso di droga e la dipendenza non possono del tutto escludere, soprattutto nel dolore cronico da cancro [20].

La scelta del farmaco

Normalmente, i cosiddetti oppioidi agonisti puri (ad esempio la morfina, idromorfone, fentanil, ossicodone) sono la prima scelta per il trattamento del dolore da cancro, ma la morfina è ancora il gold standard sostenuto nonostante il suo ben noto potenziale di accumulo e neurotossicità in pazienti con insufficienza renale [22]. Tra le alternative, solo petidina e destropropossifene non può essere raccomandato a causa del loro potenziale di effetti avversi gravi [2].

Mentre la morfina rimane la prima scelta della maggior parte delle raccomandazioni, soprattutto grazie alla sua disponibilità a livello mondiale e di basso costo, il suo metabolismo (con conseguente metaboliti potenzialmente neurotossici) può essere problematico in pazienti con insufficienza renale. Se l’insufficienza renale viene diagnosticata, molti medici si affidano a idromorfone, ossicodone o buprenorfina [26].

Nonostante la mancanza di una vasta base di prove, il metadone è stato utilizzato sempre più per la gestione del dolore da cancro [2. 27]. Metadone è una sostanza racemica e in alcuni paesi entrambi, l’isolato isomero attivo (levomethadone) e il racemato è disponibile [28]. E ‘relativamente poco costoso e manca di metaboliti attivi, che possono essere favorevoli in caso di insufficienza renale [23. 29. 30. 31]. A causa della inibizione della centrale monamino ricaptazione e il suo N-metil-D-asparate (NMDA) antagonismo, specialisti del dolore assumono un ruolo favorevole per i pazienti con dolore neuropatico o tolleranza agli oppioidi. Tuttavia, la sua farmacologia peculiare può provocare una lunga emivita (diversi giorni non sono rari) e rischio di accumulo, l’assenza di rapporti di conversione rimane un problema, e cardiotossicità può essere problematico [32. 33. 34]. Si consiglia di affidarsi specializzata competenza cure palliative prima di effettuare la rotazione degli oppioidi al metadone.

Dopo molti decenni, un nuovo oppioide è stato sintetizzato di recente. Tapentadolo è un agonista e inibisce la ricaptazione monamino centrale [36]. RCT sono stati effettuati per il dolore cronico non oncologico. Essi rivelano un profilo favorevole per gli effetti collaterali gastrointestinali. Tuttavia, la sostanza è disponibile solo come formulazione SR. I dati per tapentadolo per il trattamento di pazienti affetti da cancro è scarsa [37]. In futuro, come la base di conoscenze per potenziali amplia il farmaco, sarà possibile formulare raccomandazioni più accurate [2].

Via di somministrazione

La (e successivamente il transdermico) via orale degli oppioidi SR è preferito prima percorsi alternativi di applicazione oppioidi dovrebbero essere considerati [2]. La terapia transdermica, ad esempio con fentanil, è un’opzione se la via orale è impossibile [38]. Nel cancro avanzato, cachessia, sintomi B o dolore instabile sindromi sua efficacia è ridotta [38]. Inoltre, cerotti transdermici fornire una dose costante, mentre i pazienti con cancro avanzato hanno diverse esigenze degli oppioidi. Ad esempio, i pazienti con metastasi ossee spesso richiedono alte dosi di oppioidi durante il giorno dal dolore correlato movimento è un problema frequente. Nel frattempo, solubile morfina granulato è disponibile come formulazione liquida ma ritardato come alternativa per compresse morfina SR.

Le strategie invasive

Combinazione di sostenuta e on-demand (a rilascio immediato o Rapid-Onset) oppioidi

L’on-demand (salvataggio) farmaco non è necessariamente la stessa sostanza del oppioide di base. Ad esempio, è comprensibile combinare morfina SR (come oppioide base) con rapida insorgenza-fentanil.

Breakthrough dolore e Rapid-Onset Fentanyl

Anche se c’è ancora un dibattito accademico circa la definizione precisa del dolore da cancro svolta, il concetto è di grande rilevanza per la pratica clinica e il comfort del paziente [45. 46]. In breve, descrive episodi di dolore (picchi) che si verificano nonostante il fatto che un paziente è senza dolore a riposo (senza dolore).

molti pazienti soprattutto con avanzate metastasi del cancro e delle ossa sono durante molte ore della giornata senza dolore, ma a causa di attività fisica (fare la doccia, camminando in giardino) che soffrono di dolore episodico intenso che è molto intenso e spesso limita la loro attività fisica .

Non oppiacei

Allo stesso modo, i glucocorticoidi, in particolare desametasone, sono spesso prescritti nella malattia avanzata, anche se la base di conoscenze si basa in gran parte su osservazioni cliniche favorevoli [2]. Soprattutto nel caso di multifocali glucocorticoidi dolore osseo sono combinati con i bisfosfonati, ma sempre in combinazione con la terapia con oppiacei [7. 51].

Se le metastasi ossee determinano la compressione del tessuto neurale (dolore neuropatico, il cancro), coanalgesics, come pregabalin, gabapentin, amitriptilina, o carbamazepina, deve essere prescritto, titolato e controllato secondo i loro benefici o effetti collaterali [52]. Pregabalin è una scelta sicura ed efficace che permette un aggiustamento della dose relativamente veloce e fornisce anche l’azione ansiolitica [34]. Amitriptylin è una soluzione economica ed efficace ma associato ad un certo numero di effetti collaterali anticolinergici (ad esempio costipazione, secchezza delle fauci, delirio). Carbamazepina è uno dei farmaci con il più alto potenziale di interazioni farmacologiche e può causare iponatriemia clinicamente rilevante [34].

Interventi non farmacologici

Conclusione

Undici regole di base per la gestione del dolore a causa di metastasi ossee

Related posts

Related posts